<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=335760900262649&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

E la tua azienda, di che social ha bisogno?

13 febbraio 2018

Categorie: Social media, innovazione

di Elena Favini

È ormai sotto gli occhi di tutti che i social rappresentano una estensione della nostra persona e sono lo strumento principale per la ricerca o diffusione di informazioni e di contenuti di intrattenimento o ispirazione. 

Il fenomeno dei social media ormai avviato da diversi anni rappresenta una grande opportunità per grandi e piccole imprese, ma è necessario conoscere le dinamiche che regolano le conversazioni su queste piattaforme. Se la tua azienda è presente con un profilo business su un social network, gli addetti ai lavori dovranno saper utilizzare un linguaggio aspecifico, deguato e autentico, raccontando storie interessanti per attirare l’attenzione e coinvolgere i fan.

Ogni canale social ha una sua specificità ed è quindi importante selezionare quello più adatto per la tua attività o per i tuoi obiettivi, considerando anche il target.

Reputazione online? Clicca e scarica la guida in 3 step 

Facebook viene paragonato ad un grande centro commerciale affollato di persone, negozi e attrazioni di ogni tipo. Avere una vetrina in un centro commerciale assicura una grande visibilità e si possono cogliere infinite occasioni per coinvolgere il pubblico e promuovere i tuoi prodotti.

Questo social network assume un ruolo importante come punto di contatto fra il pubblico e la tua azienda su dimensione locale. Facebook ti consente infatti di selezionare il tuo pubblico per età, luogo e interesse e creare messaggi e promozioni ad hoc.

Con Twitter la tua azienda può risolvere velocemente problemi, dubbi e domande poste dal pubblico e stabilire una relazione diretta con i clienti.

Il social che cinguetta è inoltre un canale appropriato per comunicare con frequenza al tuo pubblico e informare in tempo reale rispetto a promozioni, eventi e iniziative che si svolgono sul punto vendita o in luoghi specifici o partecipare a dibattiti e conversazioni che riguardano il tuo settore.

Spostandoci dal contenuto testuale al visivo, Instagram è il canale di intrattenimento e ispirazione per eccellenza ed è a tutti gli effetti il migliore per raccontare la tua azienda e i tuoi prodotti in maniera visuale, creativa e coinvolgente. Con le Stories si possono svelare retroscena e dettagli della produzione che in genere sono molto apprezzati dal pubblico. Una tendenza interessante da seguire è quella dei tutorial: questo tipo di contenuto è particolarmente efficace ai fini della vendita online. Dare esempi di applicazione o utilizzo del prodotto è una fonte di ispirazione e motivazione per l’acquisto.

LinkedIn è il social network che presenta il lato più professionale e istituzionale di una realtà. Puoi utilizzarlo per parlare delle tue competenze, dell’innovazione in azienda quando è un processo costante che ti differenzia, per raccontare i tuoi successi e i lanci di nuovi prodotti o per diffondere comunicati stampa e notizie relative al settore in cui operi. È un canale particolarmente appropriato se la tua azienda si occupa di consulenza o di servizi per aziende e professionisti.

Se il tuo pubblico è esigente di creatività e ispirazione, Pinterest è la piattaforma giusta da tenere in considerazione. Gli utenti di Pinterest cercano contenuto visivo di ispirazione conducendo una ricerca per oggetto o tema, e molto spesso il passaggio successivo è visitare il sito web del prodotto o del brand che ha risposto in maniera più accattivante alla ricerca. Se la tua azienda ha un catalogo da “spingere”, puoi pinnare dei singoli prodotti e mostrare una serie di informazioni sotto forma di contenuto.

YouTube è un canale molto utilizzato dalle aziende e si dimostra appropriato per molteplici obiettivi. Se hai bisogno di illustrare la tua offerta, può essere opportuno mettere a disposizione del tuo pubblico contenuti video come tutorial, corsi, lezioni nei quali il tuo prodotto può essere di aiuto o addirittura risolvere un problema. Oppure, attraverso contenuti originali o divertenti, puoi pensare di conquistare un pubblico più interessato al puro intrattenimento.

Hai già sviluppato una strategia SEO, o hai in programma di avviarla? Google+ ti aiuterà in questo intricato mondo del posizionamento sul motore di ricerca più diffuso, considerato che agisce in sinergia con il motore di ricerca stesso e Google Maps. Quindi se il tuo obiettivo è quello di conquistare visibilità in maniera mirata è importante collegare il proprio sito web aziendale al profilo Google+, dove condividere brevi aggiornamenti sul brand.

Snapchat è una piattaforma interessante se vuoi offrire al tuo pubblico un contenuto originale ed esclusivo. È un social senza memoria, e può essere utilizzato per diffondere in maniera temporanea retroscena o curiosità senza doversi preoccupare di controllarne la diffusione. È utile e sensato avere un profilo Snap qualora il target del brand sia molto giovane, dato che vive di immagini e messaggistica istantanei. La temporaneità limitata dei messaggi è vissuta come un deficit che richiede una gestione più attenta e un tracking dei dati più assiduo.

I social network sono l’emblema di uno stile di vita che ci vede sempre più abituati a consumare, lavorare e interagire velocemente e in mobilità; la comunicazione è dunque sempre più frazionata e leggera. Questi canali sono il luogo principale dove si verifica questo fenomeno fatto principalmente di conversazioni. Le aziende hanno compreso che qui le persone si incontrano, si confrontano e spendono molto del proprio tempo e per questa ragione è fondamentale essere presenti, ascoltando, rispondendo e interagendo.

 

 reputazione online innovazione azienda

 

Elena Favini

Scritto da Elena Favini

Event planning & Content Marketing

Potrebbe interessarti